acquisto casa

Acquisto casa: quando è una buona idea

La vita, ogni giorno, ci pone di fronte a delle scelte. Alle volte sono semplici, talvolta comportano dei cambiamenti totali. Proprio come quando si pensa che l’acquisto casa sia una buona idea. Potrebbe essere nella propria città, oppure a causa di una nuova stimolante opportunità lavorativa in un altro luogo. Oppure quando si decide di mettere su famiglia.
Arrivati a questo punto ci si interroga su come procedere in modo che ogni fase dell’acquisto sia svolta nel migliore e nel più rapido dei modi. Dalla ricerca dell’abitazione ideale al rogito.

Uno dei momenti più importanti della propria vita: l’acquisto casa

Si potrebbe dire che comprare e stabilirsi in una casa è un po’ come mettere radici. Anni di lavoro e mesi di ricerca si stanno trasformando nella firma di un minuto. Sia come single che con un compagno, è un importante cambiamento nel proprio stile di vita. Quindi va meditato con attenzione e seguito passo dopo passo, perchè la scelta che stai per fare può essere definitiva. E perchè si deve evitare di compiere errori che potrebbero costarti ritardi e spese supplementari.

Acquisto casa: consigli utili e prime valutazioni

Questo articolo si occupa proprio di questo: fornire delle indicazioni e considerare ogni aspetto nell’acquisto casa.
E’ un tema sempre molto interessante e inizia con le valutazioni da fare prima di iniziare a muoversi.
Si tratta di un progetto che presenta molti punti su cui focalizzarsi. Sia per quanto riguarda le proprie finanze che i luoghi in cui cercare.

Perchè il mutuo è meglio dell’affitto?

La prima risposta è quasi ovvia: una volta finito di pagare le rate del mutuo la casa sarà tua. Un grande vantaggio rispetto all’affitto in cui i soldi vanno quasi totalmente perduti. E poi quando l’abitazione sarà tua, potrai effettuare i cambiamenti che preferirai.
Per scegliere il mutuo perfetto bisogna informarsi e non fermrsi al primo istituto ma confrontare le offerte che riguardano i prestiti. Solo così si trovano i finanziamenti a tasso agevolato.
Chi possiede un conto corrente bancario spesso riesce a ottenere condizioni vantaggiose sul mutuo relativo all’acquisto dell’abitazione.
Il mutuo viene concesso se chi lo chiede può effettivamente dimostrato di poter pagare le rate.
E’ il caso di recarsi in banca a richiedere il prestito solo quando si hanno i documenti a garanzia del credito, cioè il contratto di lavoro, le buste paga e la firma di un garante.

Comprare: ce la faccio?

La prima cosa da fare quando si decide di acquistare una casa è capire se possiamo permettercelo. Bisogna valutare accuratamente se la rata del mutuo è nelle proprie possibilità. Il piano di rientro deve essere adeguato alle possibilità dell’acquirente e alla disponibilità mensile. Ed è necessario inoltre fare attenzione a ogni clausola inserita nel mutuo. I punti focali sono: la somma da chiedere alla banca (e da restituire attraverso le rate), la durata in anni, gli interessi. Oltre al proprio reddito e alla percentuale che si può spendere per il mutuo. In genere il calcolo si fa sul 20-40% delle entrate mensili.

I criteri per l’acquisto casa

Ci sono delle domande fondamentali da porsi prima di investire in un’immobile. Per esempio, considerando che potresti poi, in un futuro, volerla vendere, devi capire se la zona si sta popolando. Questo dato è importante per capire se il valore della tua abitazione non si svaluterà nel tempo. E poi, curiosando tra gli annunci di case che si trovano nella stessa area, è importante capire che il prezzo d’acquisto sia coerente con i valori di mercato della zona in cui si trova.

Gli interventi di ristrutturazione

Infine bisogna valutare anche gli eventuali interventi di ristrutturazione, facendosi aiutare da un esperto. Solo così si potrà capire se è un buon affare oppure no. Lo stato di manutenzione dell’immobile è un altro criterio di scelta. E’ fondamentale capire se gli impianti elettrici e idrici siano efficienti. E, inoltre che i serramenti siano in ottimo stato e non ci siano dispersioni.
Nel contratto di compravendita bisogna verificare che tutto ciò che viene scritto nell’atto sia congruente alla realtà. Per diventare proprietario di un appartamento o di una casa bisogna che risponda alle proprie esigenze. Per esempio la superficie dell’immobile, il numero di stanze, di bagni, terrazze, taverne, soffitte. E ovviamente se c’è garage oppure posto auto scoperto, se ha un giardino oppure delle ampie terrazze.

Le agevolazioni all’acquisto

Tutte le regioni italiane prevedono delle agevolazioni per coloro che comprano la prima casa, oppure per chi esegue delle ristrutturazioni.
Prima di acquistare sarà bene, dunque, informarsi, per capire come richiedere queste agevolazioni e quali sono applicabili nel caso specifico.
Se si tratta di immobili storici, per la ristrutturazione sono previste agevolazioni che arrivano anche al 50% delle spese sostenute.

Rivolgersi a un notaio

Ovviamente, al termine delle trattative tra venditore e acquirente, bisogna rivolgersi a un notaio. Questo serve per finalizzare l’acquisto attraverso un atto. Il notaio, da parte sua, farà gli accertamenti del caso. Per quanto riguarda il pagamento dell’immobile, prima si verserà un acconto con un compromesso. E, se tutti i documenti necessari sono stati presentati ed è tutto in regola si potrà procedere. Dopo una ventina di giorni dalla sottoscrizione dell’accordo, sarà possibile stipulare il rogito notarile. Il rogito attesta la nuova proprietà.

Importante: controllate le bollette!

Un altro punto da tenere in considerazione, in modo da tutelarsi nell’acquisto, è controllare che non ci siano delle pendenze lasciate dal precedente proprietario. Per esempio le bollette: prima dell’acquisto, verificate che abbia pagato tutto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *